ORARI

Orari segreteria
lun-ven dalle 9.00 alle 17.00

CREATE ACCOUNT

*

*

*

*

*

*

FORGOT YOUR PASSWORD?

*

Accoglienza residenziale per minori

accoglienza residenziale minori irene95

 

La cooperativa sociale Irene ’95 è soggetto gestore di due comunità educative di tipo familiare: Casa Irene e Casa Letizia. In quanto tali, le comunità si caratterizzano per un’organizzazione di vita di tipo familiare e per la presenza di un’équipe educativa di operatori che condividono tempi e spazi dei minori accolti. Il numero dei minori ospiti non è superiore a sei e l’organizzazione dell’accoglienza tiene conto della specificità delle loro età e delle loro problematiche. Ogni comunità ospita ragazzi con PEI concordato con i servizi sociali di riferimento. Le strutture di accoglienza sono normali abitazioni, con dimensioni congrue al servizio che si offre. Il rapporto tra il numero degli educatori e dei ragazzi accolti, dovendo garantire una proficua relazione educativa, è di 1 a 3. A fondamento dell’accoglienza e strumento fondamentale ed essenziale del percorso educativo è l’équipe educativa.

Le figure professionali impegnate in Comunità sono:
• 1 responsabile della comunità;
• 4 educatori che ruotano a turnazione;
• 1 operatore notturno che affianca l’educatore in turno;
• 1 psicologa per la supervisione all’équipe;
• 1 governante che si occupa della gestione materiale della casa;

Si aggiungono al percorso educativo ed offrono il loro supporto in affiancamento all’équipe edu-
cativa:
• tirocinanti di scienze dell’educazione o di altre facoltà universitarie;
• volontari del servizio civile;
• volontari/e e famiglie amiche.

L’équipe educativa si riunisce di norma settimanalmente per la programmazione e verifica delle attività e per la verifica in itinere dei PEI.
L’accoglienza residenziale è sviluppata secondo un’articolazione temporale in più fasi, in modo che per ciascun ragazzo accolto l’intervento pedagogico-formativo si configuri come un percorso che tiene conto delle sue esigenze, dei suoi ritmi, del suo protagonismo.
Tali fasi, concepite sempre elasticamente, nel rispetto delle storie individuali, e vissute in continuo dialogo con la famiglia d’origine e tutti gli altri referenti-partners del progetto educativo, sono le seguenti: accoglienza, osservazione e orientamento, realizzazione del progetto educativo indivi- duale, accompagnamento post-comunità.

L’organizzazione della vita quotidiana ha i tempi e i ritmi tipici di ogni vita familiare, ed è centra- ta sulla responsabilizzazione dei ragazzi nei confronti di se stessi, degli altri, dell’ambiente.
Nella logica della casa aperta e di una vita il più possibile vicina agli standars familiari non si propende ad organizzare in casa attività, laboratori, iniziative di animazione, ma si favorisce la partecipazione dei minori ospiti alle attività e alle iniziative presenti sul territorio, uscite per gite, partecipazione ad attività culturali (cinema, teatro ed altro).

Dal 2001 la cooperativa Irene ’95 ha un sistema qualità certificato ai sensi della norma UNI EN ISO 9001:2000 per il servizio di accoglienza residenziale per minori. L’ente certificatore è CISQCERT. Per tutto quanto non riportato e descritto in questa sede, si rimanda alla “Carta dei servizi” delle singole comunità.

TOP

THEME OPTIONS

Header type:
Theme Colors:
Color suggestions *
THEME
* May not have full accuracy!